VOLONTARIATO

Mensa poveri compCome entrare tra gli “Amici di S. Francesco”

Fanno parte dell’Associazione tutti coloro che prestano un’attività gratuita e volontaria nei vari ambiti delle fraternità dei frati Cappuccini del Veneto e Friuli Giulia. Essi sono ammessi all’Associazione presentando una domanda che deve essere accolta dal Consiglio Regionale dell’Associazione stessa. Dal momento dell’accoglienza e dell’iscrizione nel Registro, i volontari sono coperti da un’assicurazione, come previsto dalle norme della Regione Veneto.
A livello locale, i volontari fanno capo al guardiano [superiore] della fraternità dei Cappuccini, anche quando hanno un loro organo direttivo, con un responsabile e un Consiglio da loro eletto (a Mestre, Verona, Padova, Lendinara, Rovigo e Thiene). Ogni attività viene svolta sotto la guida, gli orientamenti e in armonia con il guardiano e la fraternità.

Formazione dei volontari

L’Associazione sia a livello regionale che a livello locale, tramite i guardiani o i loro delegati, provvede ad organizzare momenti di formazione umana, spirituale, francescana per far sì che ogni attività sia svolta secondo uno spirito autentico di donazione e di gratuità, di servizio e di comunione, in sintonia con le caratteristiche francescano-cappuccine della nostra vita.

Ogni anno sono previsti i seguenti momenti di incontro:
– 4 incontri annuali per tutti:
·l’Assemblea generale (prevista dallo Statuto), nel mese di maggio;
·la “Festa del volontario”, nel mese di settembre, un’intera giornata;
·un incontro prima di Pasqua;
·un incontro prima di Natale.
– 1 incontro formativo per i Consigli locali e i rappresentanti delle sedi secondarie: un’intera giornata, nel mese di febbraio. Con l’invito a portare le tematiche trattate a tutti i volontari delle proprie sedi locali.
– 1 incontro organizzativo per i responsabili e i guardiani (o delegati): una mattina, nel mese di giugno per fissare le date e i luoghi degli incontri dell’anno sociale seguente.
– 1 gita/pellegrinaggio: come occasione di approfondimento della figura e del carisma di S. Francesco (es. ad Assisi, nella Valle Reatina…), per una crescita spirituale e culturale e per favorire la conoscenza fraterna fra i volontari delle varie sedi.